Menu
X
Accedi
Cerca
Generic filters
Filter by Categories
Attività commerciali
Arredamento
Porte e finestre
Traslochi
Video Sorveglianza
Filter by Categories
Artigiani ed imprese
Elettricisti
Fabbro
Falegname
Giardinieri
Imbianchini
Imprese edili
Muratori
Termoidraulico
Liberi Professionisti
Agenzie Immobiliari
Architetti
Creditizio
Geometri
Ingegneri
Interior Designer

Tags Archives: casa

immagine
2 anni ago Blog

Fengh Shui e la valutazione di una casa dal punto di vista energetico

Il Feng Shui è una antichissima dottrina cinese e tibetana di oltre cinquemila anni che letteralmente significa “ vento e acqua”, in onore ai due elementi naturali che plasmano la terra e che ne possono determinare la salubrità. Anche oggi in Cina, in Corea e nel Sudest asiatico spesso ci si rivolge a un Maestro di Feng Shui per la scelta del terreno su cui edificare, per l’orientamento della casa e della porta principale, per scegliere addirittura talvolta la data di inizio della costruzione. Un Maestro di Feng Shui, secondo la tradizione, è ritenuto in grado di valutare una casa dal punto di vista energetico.

In linea generale, secondo i principi di questa dottrina, una casa dovrebbe essere quadrata o rettangolare, comunque sia con forma regolare. Dovrebbe inoltre avere delle piante alte che proteggano il suo lato esposto a Est, delle piante più basse a Ovest, una collina o un grosso masso a Nord. Il Feng Shui ritiene propizio anche un corso d’acqua che scorra nelle vicinanze della casa con andamento calmo oppure un piccolo lago posizionato a Sud.

Il Feng Shui oltre al concetto di bello e armonico è strettamente legato alla geomanzia, ovvero al rispetto degli equilibri sottili – energie della terra, telluriche ed energie del cielo. Lo spazio in cui viviamo e lavoriamo, secondo il Feng Shui, possiede una struttura energetica, uno schema vibratorio nel quale noi ci incastoniamo più o meno in maniera equilibrata e armonica, di certo in modo tale da poter condizionare la nostra personalità e le nostre attività.

Luogo importantissimo per questa millenaria dottrina, all’interno di una casa, è la camera da letto. Quest’ultima deve trovarsi posizionata il più lontana possibile dall’ingresso principale e dalla strada, possibilmente di fronte a un paesaggio naturale. Il letto deve essere collocato trasversalmente, più propriamente con la testa rivolta a Nord e i piedi a Sud, comunque mai con piedi o testa che puntino direttamente verso l’ingresso della camera. Nota particolare : il Feng Shui consiglia di non collocare specchi nella camera da letto per la loro capacità di disturbare il campo energetico. Coprendo gli eventuali specchi presenti con dei teli, durante la notte, migliora notevolmente la qualità del sonno.

Feng-Shui-camera da letto

L’acqua è un elemento potente, legato simbolicamente all’abbondanza sotto ogni profilo e alla comunicazione, pertanto dovrebbe essere sempre presente negli ambienti interni della casa – anche sotto forma di armoniche e rilassanti fontane zen.

fontana zen - feng shui

immagine
2 anni ago Blog

Piante in casa, soluzione per l’inquinamento domestico.

Soluzioni naturali da adottare in casa

L’inquinamento domestico è provocato da molti prodotti che utilizziamo abitualmente e che rilasciano nell’aria sostanze tossiche, ad esempio il fumo dei camini, di sigaretta, gli spray deodoranti, le lacche per capelli, insetticidi, vernici, collanti e molti altri. Tutti questi elementi possono causare allergie, giramenti di testa, stati di affaticamento, asma e altre complicazioni molto serie.

Rendere la casa sicura con i rimedi per ridurre l’inquinamento domestico è fodamentale.

Vediamo come fare per sanificare il nostro salotto e la nostra camera da letto con i consigli del WWF.

Il 90% delle abitazioni, secondo uno studio americano, sono a rischio ma possiamo evitare i problemi maggiori con le piante in casa giuste.

Si sa che le piante hanno tanti aspetti positivi: rallegrano l’ambiente con i loro colori, sono una cura anti stress, regolano il livello di umidità degli ambienti, restituiscono ossigeno assorbendo l’anidride carbonica, tramite la fotosintesi clorofilliana.

 scopriamo insieme quali sono:

Aloe (Aloe vera)

L’aloe è una pianta cosiddetta succulenta, in grado di incorporare nei suoi tessuti molti liquidi, che poi assorbe lentamente, per poter sopravvivere anche in ambienti aridi. Crescere in appartamento per lei non sarà quindi un problema, basta posizionarla vicino a una finestra ben illuminata. Ci aiuterà a eliminare il benzene e la formaldeide.

Dracena (Dracena marginata)

Questa pianta riesce a filtrare molte sostanze tossiche, come xilene, tricloroetilene e formaldeide presenti in lacche e vernici. Le lunghe foglie appuntite dai margini rossastri, molto decorative, crescono su un fusto che può arrivare anche a un’altezza di diversi metri.

È una pianta di origine tropicale e per crescere bene necessita di un clima leggermente umido; per questo sarà preferibile non accostarla troppo alle fonti di calore diretto, come i termosifoni, che seccano l’aria, o in zone di correnti fredde. Evitate i ristagni d’acqua nel sottovaso!

Ficus (Ficus benjamina)

Ficus benjamina

È una pianta di origine asiatica che può raggiungere i 30 metri di altezza, ma, niente paura, in casa al massimo arriva a un metro o poco più! Ha delle foglioline leggere, di un bel verde brillante, e una chioma densa. Il fusto, di colore chiaro, è spesso costituito da più fusti attorcigliati tra loro. Ama gli ambienti caldi e luminosi e necessita di annaffiature regolari. È molto efficace nell’assorbire formaldeide, tricloroetilene e benzene

Spatifillo (Spathiphyllum Mauna Loa)

I suoi candidi fiori ricordano un giglio, è una pianta molto graziosa, dalle lunghe foglie verde intenso. È abbastanza facile da coltivare e se annaffiata regolarmente e posta in penombra regala delle belle fioriture abbondanti. Ma lo Spatifillo non è solo decorativo: è anche capace di assorbire benzene, formaldeide, tricloroetilene, toluene exilene. Un vero prodigio della natura!

Palma di bamboo (Chamaedorea sefritzii)

palma di bambu

Questa piccola palma cresce bene in zone d’ombra e spesso produce fiori e piccoli frutti. È uno dei migliori filtri naturali contro il benzene e il tricloroetilene ma è anche capace di neutralizzare la formaldeide.

Aglaonema (Aglaonema Crispum Deborah)

L’Aglaonema cresce anche in condizioni di scarsa luce e produce fiori e frutti rossi. È in grado di filtrare diversi inquinanti atmosferici

Queste sono solo alcune tra le piante che ci possono aiutare a depurare l’aria in casa e ancora una volta, la natura, ci dimostra di avere sempre soluzioni efficaci ad impatto e costo zero.

immagine
3 anni ago Blog

Arreda la tua casa con un elegante vino italiano!

La nostra casa non è semplicemente un luogo funzionale dove vivere, essa rappresenta anche una estensione della nostra personalità e, grande o piccola che sia, modesta o lussuosa, è il nostro rifugio.  La nostra casa è un preciso barometro che  riflette ciò che noi siamo, talvolta anche cosa sta accadendo nella nostra vita. L’italiano, si sa, ama la propria casa, è legato al concetto di rifugio e protezione, ma per indole talvolta vive l’abitazione anche come “open house”, ovvero come uno spazio accogliente dove ricevere gli amici e i parenti.

La convivialità, il trovarsi insieme, l’aprire almeno qualche volta la propria casa ad altri  contraddice l’isolamento di questa moderna e conflittuale società e diventa terreno fertile per esercitarsi nei rapporti affettivi. Soprattutto la convivialità attorno alla tavola della nostra casa diventa luogo di reciproco scambio e condivisione. Lo stare insieme a tavola significa anche buon cibo e buon vino, inteso non solo come bevanda, ma anche come espressione della nostra terra e di una predisposizione all’armonia reciproca. Che il vino sia da meditazione o che sia da pasto, e’ sempre uno strumento potente di coesione in ogni riunione di piacere quindi, che voi siate astemi o meno, abbiate cura di averne sempre in casa qualche bottiglia per i vostri ospiti. Non si tratta naturalmente di divenire esperti enologi o sommelier né di fingere scioccamente di esserlo, si tratta semplicemente di innescare nella vostra casa condivisione e complicità anche attraverso un buon calice.

Donnafugata : un brand italiano che non può mancare nella tua casa

La storia dei vini Donnafugata inizia nel 1851 a Marsala con la famiglia Rallo che scelse la cantina che possiamo visitare ancora oggi. La cantina ha l’impianto tipico del baglio mediterraneo con una suggestiva corte interna punteggiata di agrumi e ulivi, in certi momenti della giornata i gabbiani garriscono su tutto il baglio poiché il mare è molto vicino. Qui confluiscono i prodotti ottenuti nei vigneti di Contessa Entellina e di Pantelleria (dove nasce il celebre Passito Ben Ryè ) per i processi di affinamento e imbottigliamento. Una meravigliosa barricaia sotterranea scavata nella roccia di tufo accoglie barriques e tonneaux in rovere francese e si mostra in tutto il suo reverenziale splendore agli enoturisti che ogni anno affollano questo luogo.

I vini Donnafugata sono eclettici e coerenti, si distinguono per piacevolezza e complessità e attivano un dialogo sempre vivo tra arte, gusto e sostenibilità ambientale. Le Cantine Donnafugata sono un lusso accessibile Made in Italy, esportato e apprezzato in tutto il mondo.

barrique donnafugata vino

 

Il nome Donnafugata

Il nome di queste Cantine ha una storia che merita un cenno a parte : nel 1983 Giacomo Rallo e la moglie Gabriella fondano Donnafugata in riferimento al romanzo di Tomasi di Lampedusa, Il Gattopardo. Il nome significa “donna in fuga” e si riferisce alla vicenda, in bilico tra storia e leggenda, di una regina ( probabilmente Maria Carolina ) che, dopo essere fuggita da Napoli per l’arrivo delle truppe napoleoniche, trovò rifugio in quella parte della Sicilia dove adesso si trovano i vigneti dell’Azienda.

Questa storia ha ispirato il logo aziendale e le etichette di Donnafugata, vere e proprie opere d’arte, bozzetti d’autore creati o ispirati da Gabriella Rallo. Ognuna di queste etichette omaggia l’arte e la letteratura e interpreta la personalità del vino e in quasi ognuna di esse troveremo lei, la donna con i capelli al vento, in fuga; una volta è bionda, una volta è bruna ma è sempre lei, la regina dagli occhi chiari.

bozzetti d'autore vino

I luoghi Donnafugata sono visitabili : la Cantina storica di Marsala tutto l’anno, le Cantine di Pantelleria in estate, le Cantine di Contessa Entellina il 10 Agosto di ogni anno per l’evento “Calici di Stelle”. E se non amate il vino ricordate che una visita potrà farvi vivere comunque le meraviglie che circondano questi luoghi, dalle Saline della Laguna tra Marsala e Trapani, alla Riserva Naturale dello Stagnone fino all’Isola di Pantaleo, con l’antica città fenicia di Mozia.

saline di marsala

E voi avete mai pensato di creare una piccola cantina nella vostra casa? Potreste ideare un angolo dedicato al vino e alla convivialità, acquistando direttamente una cantinetta oggi più modernamente chiamata frigocantina, ma anche tentando da soli di crearne una, riportando a nuova vita vecchie botti, tronchi d’albero o pallet in legno oppure di costruirne una in muratura. L’enoteca privata diventerebbe così anche un complemento d’arredo elegante e ricercato per la vostra casa.

cantine idee casa

 

Foto fonte web

© Copyright espliko 2017 – All rights reserved. P.IVA 05288670879
fbfbfbfbfb